problemi comuni della    

 stampa 3d


Stringing

Questo tipo di problema è caratterizzato dal rilascio di sottili filamenti di materiale durante il processo di stampa, che si accumulano sul pezzo rendendolo esteticamente impresentabile.
Fortunatamente questo tipo di problema è relativamente semplice da risolvere, il più delle volte infatti è causato dalla mancata attivazione del comando di retrazione dal software di slicing, a lato trovate i valori ottimali per il settaggio del comando.


Qualora non fosse sufficiente impostare la retrazione per la risoluzione del problema è consigliabile controllare la temperatura dell'estrusore, se troppo alta infatti potrebbe sciogliere troppo il materiale rendendolo responsabile del problema



Crepe e delaminazione

Questo tipo di problematica è tipica dell ABS ma riguarda anche il PLA, le crepe derivano da un raffreddamento non omogeneo del pezzo: sui livelli superiori il materiale si raffredda rapidamente perchè il calore del piatto non raggiunge gli strati più alti. In questo modo gli strati superiori aderiscono meno.
Dovrebbe essere sufficiente aumentare la temperatura dell'estrusore, iniziando anche da 10°C, aumentare anche la temperatura del piatto di 5-10°C. Tuttavia questo tipo di problema può avere vari origini, nel caso dell' ABS per esempio si consiglia di evitare l'esposizione della stampante a spifferi d'aria, un buon metodo è quello di utilizzare una coperta termica per coprire i punti aperti della stampante.

Spostamento livelli

Questo problema si presenta quando alcuni livelli dell'oggetto appaiono spostati, la causa potrebbe dipendere dalle cinghie della stampante che non sono ben strette, dalle aste dell'asse Z che non sono state allineate a dovere, oppure dal piatto, che si muove indipendentemente poichè non fissato a dovere.

Stringere quindi le cinghie in modo da avere pari tensione da ambe le parti, assicurare il piatto di vetro alla stampante con mollette resistenti, ricordo inoltre di tenere attivo il comando "retraction vertical lift" , questo comando si occupa di abbassare il piatto ogni qualvolta l'estrusore deve effettuare degli spostamenti dove non rilascia filamento, in questo modo si eviterà di far sbattere l'estrusore sul pezzo.

Imbarcamento (warping)

E' un problema piuttosto fastidioso che consiste nel sollevamento degli angoli del modello stampato, questo fenomeno può provocare incrinature orizzontali. per risolvere il problema sarà sufficiente utilizzare un piatto di stampa riscaldato per mantenere il filamento ad una temperatura appena sotto al livello che farebbe solidificare il materiale, in questo modo il primo strato rimane piatto e aderente al piano di stampa. Aumentare l'aderenza del primo livello stendendo una pellicola collosa in modo uniforme sul piatto di stampa, va bene un abbondante strato di lacca. Assicurarsi che il piatto di stampa sia perfettamente livellato.

Seguendo questi accorgimenti si dovrebbe riuscire ad ovviare il problema.

Pillowing

Questo problema è caratterizzato da deformazioni e buchi sulla superfice dell'oggetto: questo dipende da una scarsa ventilazione e da uno spessore della superficie inconsistente.


Un valido metodo per risolvere il problema è quello di aumentare la velocità della ventola dell estrusore. Qualora non fosse sufficiente consiglio di aumentare i perimetri dell oggetto (Outline/Perimeter Shells)ed anche il bottom e top solid layer (coperchio e base dell'oggetto).